Carpigiani a Sigep 2020 - Pad. C1, Stand 061

2 tags Fiere Italia

Rimini, 18-22 gennaio - L'innovazione tecnologica al top tra specialty school, blockchain e premium soft serve

Rimini, 18 gennaio 2020 – Un calendario di oltre 200 laboratori ed eventi speciali, uno stand di oltre 1000 metri quadrati e più di 100 macchine da provare con i maestri della Carpigiani Gelato University. Questi alcuni dei numeri della presenza di Carpigiani a Sigep 2020 - il Salone Internazionale dedicato alla gelateria, pasticceria, panificazione artigianali e caffè – con un vero e proprio mondo di novità tecnologiche e metodologie formative per i professionisti del food retail.

Grande spazio per Adaptive Technology che racchiude i pastorizzatori e i mantecatori della Linea HE – High Efficiency in grado di prendersi cura delle creazioni di gelatieri e pasticceri e scegliere il meglio per ogni ricetta. I mantecatori si avvalgono dell’ultima evoluzione del riconosciuto sistema Carpigiani di controllo di consistenza, con cui è possibile mantecare ricette di gelato con una riduzione media del 40% dei solidi totali, tra cui anche ricette senza zuccheri aggiunti. I pastorizzatori sono dotati della pompa scambiatrice a tazza, una tecnologia brevettata da Carpigiani che permette l’alta micronizzazione della miscela con una riduzione sorprendente dei globuli di grasso e livelli di sicurezza sanitaria al top del mercato. L’innovazione tecnologica dei mantecatori Carpigiani stupisce anche con il nuovo programma “Crystal” perfetto per realizzare torte e gelati in barattolo grazie al maggiore contenuto d’aria e alla particolare consistenza perfetta per il porzionamento. Dal 2019 il programma è disponibile sui mantecatori da banco e pavimento delle linee HE e Ready.

Tra le novità dedicate al mondo della ristorazione spiccano i nuovi mantecatori da banco: Ready 6/9 e Ready 8/12 che vanno a completare la gamma presentata nel 2019. Entrambi monofase e dotati di tre programmi di pastorizzazione per accompagnare gli chef e i pastry chef in ogni passaggio della preparazione del gelato. Igiene garantita dal sistema di lavaggio a caldo e dal programma di pulizia posticipata. Perfetta per l’alta pasticceria e la grande cucina ecco la piccola e compatta ReadyChef, la macchina da banco pensata per la pasticceria professionale e la ristorazione che racchiude in 58 cm tutta la tecnologia necessaria per aggiungere il gelato artigianale al menu e fungere da assistente personalizzato per molte preparazioni di pasticceria e cioccolateria. Con ben 32 programmi diversi che spaziano dalla produzione di creme, la lavorazione del cioccolato, la preparazione di gelato, granite e cremolate. Ben 6 cicli sono dedicati alla produzione di salse e topping. La pulizia è resa più semplice da un programma apposito che far risparmiare molto tempo in cucina e laboratorio.

Per chi vuole stupire i clienti con la magia del “dolce freddo”, arriva Ideauno la macchina che in pochi minuti crea una porzione su ordinazione. Si sceglie la miscela, si inserisce nel cilindro e, selezionando il programma adatto, il gioco è fatto!

Un’area sarà dedicata al versatile sistema Ideatre, il banco con cilindri indipendenti dalle performance imbattibili per mantecare il gelato a vista e conservarlo a temperatura controllata, a cui si può abbinare una produzione di creme, salse e topping utilizzabili anche in pasticceria. Il maestro gelatiere Giorgio Ballabeni presenterà ogni giorno una serie di ricette che vanno incontro alle necessità del gelatiere affrontando diversi temi nello specifico come: gestione della dolcezza; miscele con frutta secca e paste grasse; cioccolato; frutta candita.

Molte le innovazioni per le macchine per il soft serve. Per la prima volta al mondo si potrà provare la prima macchina Carpigiani dotata di tecnologia blockchain che renderà possibile il “pay per use”: un raffinato sistema di controllo permetterà di tenere traccia della miscela versata in macchina e di comunicare alla piattaforma blockchain i dati della transazione. Un’altra novità tecnologica riguarda la funzione “Soft Serve Core” per i modelli 191, Mr Art e Super 3 AV Evo che impreziosisce il gelato soft con un cuore di “sciroppo” erogato contemporaneamente allo stesso gelato creando un nuovo e sorprendente mix goloso.

Una delle protagoniste è la 161 G SP, macchina compatta autopastorizzante da banco facile e veloce da manutenere grazie all’alimentazione del cilindro a gravità. Ideale per bar, ristoranti, pasticcerie e gelaterie che vogliono deliziare i propri clienti con un ottimo gelato soft, un buonissimo frozen yogurt, o un eccellente sorbetto. Da oggi si arricchirà della nuova versione 161 T G SP ancora più più potente e versatile. Nell’area dedicata al modello da banco 193 (Classic e Steel) e a quella da pavimento XVL sarà possibile sperimentare i due sistemi a pompa e a gravità per miscele di diversa densità e degustare mix di creme e sorbetti leggeri e rinfrescanti. Grazie alla tecnologia Carpigiani e a un kit appositamente sviluppato, le macchine supportano il funzionamento contemporaneo di un cilindro con alimentazione a pompa e di un cilindro con alimentazione a gravità, permettendo di gestire miscele gelato ricche in fibra e/o semi potendo erogare anche consistenze molto diverse tra i due cilindri senza differenza di volume tra i gusti erogati. Ultima chicca per chi parteciperà a Sigep sarà la scoperta dei 13 frastagliatori disponibili per tutte le macchine soft della nuova serie “Star” oppure per chi si doterà del portello con adattatore per i modelli precedenti. Con le 13 forme a disposizione non ci sarà limite alla fantasia!

Il “Premium soft serve” è la nuova tendenza internazionale che ruota attorno al cosiddetto “gelato espresso” o “gelato soft” che viene erogato direttamente dalla macchina e che ha la caratteristica di terminare in un soffice ricciolo. Famoso tra gli anni’50 e ’60, sta riemergendo negli ultimi tempi come proposta dagli ingredienti ricercati, primo fra tutti il latte, e dalle forme e colori più spettacolari e “instagrammabili”. Raccogliendo questa sfida posta dal mercato Carpigiani lancia il nuovo servizio “Soft Serve Consulting” in grado di seguire il cliente non soltanto offrendo le migliori e più indicate soluzioni tecnologiche, ma aggiungendo a questo know how anche la creazione delle ricette esclusive, la realizzazione del concept di food design e la consulenza dedicata all’operations management su uno o più punti vendita. In quest’area i visitatori potranno vedere per la prima volta 4 progetti completi e originali dedicati ad un momento speciale dell’anno come San Valentino o i colori della primavera.

Un’ampia sezione è dedicata a Automat, la macchina automatica che trasforma succhi e bevande già pronte in gelato fresco. Da un frigorifero si potrà scegliere una bottiglietta sigillata con il gusto preferito e trasformarla schiacciando un solo tasto. Ideale per convenience store e spazi relax riducendo al minimo i costi di gestione.

Imperdibile l’area dedicata a Carpigiani Services che si occupa della customer care e dell’after sales che illustrerà le soluzioni all’avanguardia per garantire il perfetto funzionamento delle macchine Carpigiani durante tutto il loro ciclo di vita.

Torna anche nel 2020 l’area del Gelato Museum Carpigiani in cui sarà possibile scoprire le dolcissime creazioni dedicate al mondo del gelato come magliette, orecchini, collane, anelli e molto altro.

eventi speciali sigep 2020

Gli eventi speciali della Carpigiani Gelato University e delle specialty school internazionali

 

L’auditorium della Carpigiani Gelato University – l’unica scuola internazionale di gelateria con 20 campus nel mondo – si fa in tre! Un fitto calendario di eventi racconterà le attività di formazione dedicate alla gelateria e le due specialty school internazionali: la Gelato Pastry University, con sede a Tokyo e dedicata alla pasticceria di gelato, e la Foodservice Professionals, con sede a Londra e dedicata al gelato nella ristorazione. Il calendario di eventi speciali si apre il 18 gennaio alle 14.00 con il maestro AMPI Santi Palazzolo che ci racconterà i primi 100 anni della sua pasticceria partita con l’attività del nonno a Cinisi, piccola cittadina in provincia di Palermo. Si continua alle 15.30 con la presentazione del nuovo libro di Fabrizio Fiorani, Asia’s Best Pastry Chef 2019, per Chiriotti Editori. Alle 16.30 spazio alla pasticceria con i docenti Andrea Fiori e Alessandro Racca che affronteranno il tema delle monoporzioni. Dalle 17.00 tutti all’assaggio dei frozen cocktail realizzati dai maestri della Gelato University.

Domenica 19 gennaio si apre all’insegna dell’alta pasticceria con Jean-François Devineau, maestro pasticcere di Pâtissiers dans le Monde, per una dimostrazione in programma alle 11.00 insieme ad Alessandro Racca, direttore tecnico della Gelato Pastry University di Tokyo.  

Alle 12.00 da non perdere la conferenza stampa di Gelato Festival con le novità riguardanti le competizioni internazionali di gelateria che condurranno alla prossima Finale Mondiale di Gelato Festival World Masters in programma nel 2021, a partire dall’annuncio della città che ospiterà la finale. Continueranno anche per il 2020 i Gelato Festival Challenge, nati dall’esperienza di Gelato World Tour, che per tre anni selezioneranno in tutto il mondo i partecipanti alle tappe di Gelato Festival. Carpigiani Gelato University è partner strategico dell’evento insieme a Sigep – Italian Exhibition Group. Alle 13.30 si parlerà ancora di pasticceria con Francesco Boccia, membro del Team Italia che nel 2015 ha vinto la Coupe du Monde de la Pâtisserie. Segue alle 15.00 l’incontro con la pastry chef Loretta Fanella, miglior pasticcera 2019 per Bargiornale, che ci delizierà con una nuova creazione per il 2020. Alle 16.00 è il turno del giornalista Bruno Damini che presenterà “Buttami in pentola” il libro di ricette dedicato alla cucina degli avanzi con ben 42 contributi di chef, pasticceri e del gelatiere Andrea Bandiera. Il libro, realizzato con il contributo di CAMST e pubblicato da Edizioni Pendragon, nasce all’interno di un’iniziativa di beneficenza e il ricavato delle vendite andrà al progetto Cucine Popolari.

Il 20 gennaio si inizia con uno degli chef più innovativi della sua generazione: Lorenzo Cogo. Alle 11.30 lo chef del ristorante stellato El Coq di Vicenza racconterà la sua esperienza con il gelato tra cucina gourmet, bistrot e gelateria classica. Alle 14.00 voliamo in Asia con Kenny Kong, pasticcere e presidente della Singapore Pastry Alliance e organizzatore della Asian Gelato Cup in programma a marzo 2020. La giornata di lunedì si completa alle 15.30 con un quattro mani che darà molte sorprese: lo chef Davide Oldani interpreterà gli Spaghetti Eis in versione gastronomica insieme a Dario Fontanella il maestro gelatiere di Mannheim che da ben 50 anni propone questa specialità in Germania.

Martedì 21 gennaio alle 15.30 torna il maestro Dario Fontanella a raccontare gli Spaghetti Eis in versione classica, una specialità senza tempo che in Germania spopola, ma in Italia è rimasta relegata ad un fenomeno pop del passato.

                                                                               

Carpigiani è uno uno dei motori di Sigep 2020 con oltre 300 macchine a disposizione di gelatieri, chef e pasticceri.

Aziende storiche e internazionali come PreGel, Fabbri 1905, Valrhona, Barry Callebaut, Isa, Comprital, IFI e molte altre hanno deciso di affidarsi alla tecnologia e al servizio dell’azienda bolognese.

Carpigiani è stata scelta dal Comitato della Coppa del Mondo della Gelateria 2020 come fornitore ufficiale delle macchine da gelateria (Maestro HE** e Turbomix) per le selezioni che dal 19 al 21 gennaio decreteranno il team che si aggiudicherà il titolo mondiale.

Anche il concorso “Memorial Alberto Pica” organizzato da SIGA – Associazione Italiana Gelatieri entra nel novero degli eventi supportati da Carpigiani all’interno di Sigep 2020.

 

L’idea in più: il formaggio sempre fresco con Pastomaster HE e l’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia

Anche quest’anno si potrà scoprire con il maestro Carlo Piccoli il sistema di produzione che integra la tecnologia dei pastorizzatori Carpigiani per il trattamento termico del latte con la tecnica lattiero-casearia. Crea una ampia gamma di formaggi fino alla produzione di una deliziosa miscela per gelato soft.